OLIO EXTRA VERGINE D’OLIVA GIODO

Perfettamente integrato tra le vigne di Giodo è l’uliveto che dà origine all’olio extravergine d’oliva, situato a 400 metri sul livello del mare: 130 piante curate una ad una con la dedizione propria di Carlo Ferrini.

Le cultivar selezionate per questa gemma sono Frantoio e Moraiolo, assieme a una piccola percentuale di Pendolino. All’inizio di novembre, quando le olive hanno raggiunto un perfetto equilibrio nel corredo polifenolico, sono raccolte a mano e portate in frangitura entro due ore dalla raccolta, per conservare al meglio il loro profilo aromatico. Il frantoio utilizzato, a coltelli in continuo e sottovuoto, garantisce un’altissima qualità del prodotto finale, prevenendo il surriscaldamento e l’ossidazione della polpa durante la lavorazione. L’estrazione avviene tramite decanter centrifugo alla temperatura fissa di 23°.

L’oro lucente che finisce nelle bottigliette di vetro scuro dall’inconfondibile etichetta è verde topazio, lasciando spazio nei mesi a nuance più dorate. I profumi di quest’olio vanno dal pomodoro verde al carciofo, per passare alla rucola e al ravanello nel finale, con un bilanciamento tra amaro e piccante estremamente gradevole.

Scheda Tecnica